lunedì 1 Marzo 2021
branded

Ramina nell’anno del Covid triplica il fatturato e premia i dipendenti

L'azienda di Grantorto chiude il 2020 con un fatturato di 40 milioni e 530mila euro

27 Gennaio 2021

Ramina, l’azienda produttrice di macchinari industriali per il settore del tessuto non tessuto, leader del settore a livello internazionale, ha scelto di premiare i propri 48 collaboratori con un bonus del valore complessivo di oltre 122 mila euro.

Un premio di risultato che l’azienda di Grantorto, in provincia di Padova, ha stanziato per gli obiettivi raggiunti nel 2020 ma soprattutto per la dedizione e l’impegno dimostrato in un anno complesso come quello appena conclusosi.

 

Ramina ha chiuso il 2020 con un fatturato di 40 milioni e 530mila euro, triplicandolo rispetto al 2019.

 

L’azione di Ramina si è rivelata fondamentale a supporto, tra le altre, delle imprese produttrici di dispostivi di protezione individuale (mascherine monouso) sia per il settore medicale sia per i privati cittadini, allo scopo di contenere l’emergenza epidemiologica di Coronavirus.

 

«Il nostro settore è stato letteralmente subissato di richieste, complice il nuovo assetto determinato dallo scoppio della pandemia da Covid-19 – spiega Graziano Ramina, titolare e direttore generale –. Il numero delle commesse è incrementato sensibilmente, a fronte della necessità diffusa di produrre un grande numero di dispositivi di protezione individuale, le mascherine realizzate con il “tessuto non tessuto”, e non solo».

 

Più lavoro e quindi maggiori sforzi per la catena produttiva, fattori che hanno indotto i vertici di Ramina a premiare con un bonus i propri collaboratori: «Le nostre donne e i nostri uomini sono la vera forza dell’azienda e ad essi abbiamo voluto dimostrare la nostra gratitudine per il senso di appartenenza e l’impegno profuso in piena emergenza sanitaria. Ci siamo confermati una grande squadra, capace di rispondere tempestivamente e con affidabilità alle richieste dei nostri clienti». Ha sottolineato Mariano Ramina, titolare e direttore tecnico.

 

«Nonostante la congiuntura economica difficile per il Paese non abbiamo mai dovuto ricorrere alla cassa Covid e ad altri ammortizzatori sociali – dichiara Elena Ramina, direttore commerciale –. Anzi, negli ultimi dodici mesi abbiamo creato nuovi posti di lavoro dando il via all’assunzione di venti nuovi collaboratori. Una scelta che ci rende orgogliosi e ci proietta con più fiducia nel futuro, siamo pronti per raccogliere nuove sfide».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *